info@tripdifferent.com (+39 o7.76.18.06.78.7)

Palazzo Ducale o Palazzo Gallio

0 / 5
Aggiungi ai Preferiti Compare

Palazzo Ducale o Palazzo Gallio di Alvito
(Visita Virtuale)

Il Palazzo Ducale detto anche Palazzo Gallio, dal 1839 sede del Municipio di Alvito, è la dimora realizzata dai Gallio, famiglia originaria di Como, feudataria del Ducato di Alvito e di buona parte della Valle di Comino dal 1595 al 1795 (dal 1606 con il titolo ducale). Il palazzo fu costruito in più fasi nel primo trentennio del Seicento, per essere ristrutturato nella seconda metà dello stesso secolo e rivisto funzionalmente nel XVII secolo. La facciata principale, su Piazza Marconi, è la somma degli interventi operati nel tempo.  Da un porticato, caratterizzato da cinque larghe fornici, si accede all’androne, da cui si apre lo scalone d’onore che conduce al piano nobile. Quest’ultimo presenta alcuni locali degni di rilievo, dal punto di vista sia artistico che architettonico: la sala del trono, la galleria e il gabinetto ducale.

Lo scalone d’onore, realizzato entro gli anni Sessanta del XVII secolo, collega il piano terra con il piano nobile attraverso 46 gradini, di larghezza media di 240 cm (i primi due gradini,  non a caso d’invito, sono invece di quasi 3 metri), disposti in tre rampe (rispettivamente di  10, 18 e 18 gradini), separate da due ripiani di sosta. L’ampia pedata (circa 52 cm) e la modesta alzata (circa 13 cm) di ciascun gradino, proporzionate al complesso dell’opera, testimoniano l’intento di renderne la scalata più agevole e ne inscrivono le peculiarità in un tipico disegno baroccheggiante di dimora aristocratica.

Il Teatro, già Sala del Trono

Nel 1839 la Sala del Trono del Palazzo Ducale fu destinata in perpetuo ad attività culturali. Dalla seconda metà di quel secolo sono già documentate le prime rappresentazioni teatrali, tanto che poco più tardi si formerà una società filodrammatica, tuttora attiva. Nel 1912 il locale fu oggetto di lavori caratterizzati da un gusto liberty; seppur modificato dai restauri successivi al sisma del 1984, il teatro conserva un aspetto originale, ad un tempo austero e sfarzoso.

Si tratta di un enorme ambiente rettangolare (19 x 8 m), con accesso dal culmine dello scalone d’onore, un tempo passaggio obbligato per gli altri ambienti del piano nobile. Non se ne conosce la fase di prima realizzazione, ma dovette essere ristrutturato nella seconda metà del XVII sec. Era di fatto, per la grandezza e per le decorazioni, il biglietto da visita del rango del proprietario, con originaria funzione di rappresentanza. Dal Settecento dovette essere adibita anche per scopi di intrattenimento.

L’interno del Teatro o Sala del Trono

Il palco, formato da proscenio ad arco, in cartapesta, fu rifatto a seguito dei lavori di restauro degli anni Ottanta del secolo scorso. Venne ripreso per quanto possibile il disegno ad anfiteatro, elaborato dall’Arch. Silvio Castrucci per l’inaugurazione del teatro, celebratasi il 19 settembre 1912. Il sipario originale, andato perduto, era stato dipinto da Amleto Toccafondi.

Sulla parte della volta a padiglione che sovrasta la tribuna del teatro ancora riecheggia il fasto del palazzo ducale e con esso la funzione di rappresentanza del locale. Lo si percepisce dalla presenza centrale dello stemma dei Gallio, intrecciato con quello della Famiglia Trivulzio, mentre ai due lati compaiono le armi della Famiglia Bonelli (sulla sinistra) e di Papa Pio IV de’ Medici (sulla destra). Si tratta di un tentativo di ripresa, della fine del secolo scorso, delle decorazioni originali degli stemmi che, seppur deteriorati, sono celati dalla controsoffittatura lignea .

Bibliografia:
Quaranta, Bagliori dal passato: il Palazzo Gallio in Alvito e i suoi dipinti tassiani, Roma 2003;
Santoro, Pagine sparse di storia alvitana, vol. I, Jecco, Chieti 1908.Iacobone, Primo quaderno di appunti e…spunti su “Alvito e Valle di Comino”, Casalvieri 1984.
Santoro, Nell’inaugurazione del Teatro comunale di Alvito, restaurato a cura della Società filodrammatica Gabriele D’Annunzio, Cassino 1913.

Invia una nuova recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trip Different StoreAcquista prodotti tipici locali di alta qualità 100% made in Italy sulla nostra piattaforma

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi